Unimol

Università degli Studi del Molise, 33 anni di storia

Con Legge 14 agosto 1982, n.590, nell’ambito del piano quadriennale di sviluppo universitario e istituzione di nuove università, al Titolo II, capo IV, art. 22, comma 1, venne stabilito : “A decorrere dall’Anno Accademico 1982/83 è istituita l’Università degli Studi del Molise con sede in Campobasso”. L’Università ha instaurato e consolidato rapporti con altri enti ed istituzioni privilegiando l’integrazione con l’intero territorio regionale e nazionale. La prima facoltà a nascere tra il 1982 ed il 1983 è quella di Agraria con il Corso di Laurea in Scienze delle Preparazioni Alimentari.  Nel 1984 viene istituita la Facoltà di Scienze Economiche e Sociali e nel 1992 quella di Giurisprudenza. Nel 1993 l’Università si espande sul territorio con le nuove sedi di Isernia. Viene istituita la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Tra il il 1998 ed il 1999, nasce il Centro ricerca e servizio “G.A. Colozza” che pone le basi per la nascita del Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria. Aumenta il numero degli studenti oltre 7.364 all’inizio del terzo millennio. Cresce il numero dei ricercatori e del personale tecnico-amministrativo. Nel 2000 prendono corpo 7 Dipartimenti al fine di potenziare la ricerca scientifica. Spazio anche al Parco Scientifico e Tecnologico con il concorso del mondo imprenditoriale. Nel 2004 nasce il Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell’Ambiente e nei luoghi di lavoro, nel 2006 la facoltà di Medicina e Chirurgia, seguita da quella di Ingegneria. Nel 2008 l’Università raggiunge la soglia dei 10.000 studenti e nel 2010 Il Molise ospita la 64^ edizione dei Campionati Nazionali Universitari, segno di grande attenzione e riconoscimento verso l’Ateneo. Non manca l’inaugurazione del modernissimo e funzionale PalaUnimol. Nel 2011 l’Unimol avvia il processo di riorganizzazzione con riferimento all’attuazione della legge 240/2010. Celebrazioni in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Nel 2012 l’apertura della residenza universitaria del campus di Vazzieri e della sede di Pesche.

 

L’Università del Molise è “Uni-verso di te”

Il claim della campagna di comunicazione istituzionale dell’anno accademico 2014/2015 dell’Università del Molise è Uni-verso di te. A fare da testimonial un gruppo di studenti iscritti al all’Ateneo.

Lo slogan riassume la promessa che questo Ateneo, sorto trentatre anni fa e uno dei più giovani in Italia, rivolge ai suoi studenti. Indica infatti due idee: la prima è che l’esperienza universitaria diventa parte integrante dell’universo di vita dello studente, dei suoi interessi, delle sue relazioni, delle sue amicizie; la seconda che l’università si rivolge “verso” ogni studente, è orientata proprio verso di lui. In effetti questa promessa sembra aderire alla realtà dell’Ateneo, presente non solo nel capoluogo Campobasso ma anche a Termoli e nella provincia di Isernia. La sua vocazione va al di là dei confini regionali. Un fatto che colpisce scorrendo i dati recentemente diffusi da una ricerca del Sole24Ore è che l’Università del Molise si colloca al dodicesimo posto tra i 61 atenei pubblici italiani per l’attrattività di studenti fuori regione. Nonostante la collocazione geografica che non sembra delle più favorevoli, l’Università del Molise esercita una forte attrattiva sugli studenti delle vicine regioni del centro-sud, a testimonianza del fatto che qui trovano un luogo dove è possibile studiare in condizioni ottimali. Ciò è confermato dal grado di soddisfazione espresso dagli studenti sulla efficacia della didattica, in cui l’Ateneo molisano si colloca all’ottavo posto in Italia.

La ricerca e l’offerta formativa fanno riferimento a sei Dipartimenti che coprono le aree delle scienze agrarie e forestali, scienze biologiche, informatica, ingegneria, economia, giurisprudenza, medicina e chirurgia, scienze motorie, scienze politiche, servizio sociale, scienze della comunicazione, scienze turistiche, lettere, formazione degli insegnanti. Inoltre la Scuola di Specializzazione per le Professioni legali e quelle dell’area Ginecologica, di Radiodiagnostica e di Epidemiologia di Medicina e Chirurgia nonché i cicli didattici del Tirocinio Formativo Attivo (TFA).

Se, come tutte le università, l’Ateneo molisano è caratterizzato da una apertura universalistica e opera in una prospettiva globale, una sua vocazione specifica – che si manifesta in primo luogo nella scelta dei corsi di studio – è di essere una realtà capace di valorizzare e promuovere il territorio locale, offrendo risorse e opportunità per il suo sviluppo, soprattutto guardando al futuro delle giovani generazioni molisane e a quelle delle altre regioni del centro-sud affinché tante risorse umane e intellettuali non vadano sprecate.

I numeri dell’Ateneo danno il senso di questo impegno nella valorizzazione del capitale umano: circa 8500 iscritti, 1700 immatricolati e quasi 1200 laureati nell’ultimo anno. Rispetto all’obiettivo fissato dalla Commissione Europea di raggiungere entro il 2020 il 40% di laureati nella popolazione 30-34 anni, nel 2012 in Molise tale percentuale era del 23,9% a fronte del 21,7% della media nazionale.  Attualmente lavorano nell’Università del Molise circa 300 docenti e ricercatori di ruolo. Il corpo docente si caratterizza per un’età media nettamente al di sotto della media nazionale, esito di una strategia che ha richiamato nell’Ateneo giovani docenti provenienti da tutta Italia. Un corpo docente giovane ma particolarmente qualificato sul piano della ricerca scientifica. Nella recente tornata concorsuale per l’Abilitazione Scientifica Nazionale ben 61 docenti sono stati abilitati: 46 al ruolo di professore ordinario e 15 al ruolo di professore associato. Nella sua storia l’Ateneo ha inoltre formato 226 dottori di ricerca e oltre 450 assegnisti; il programma Erasmus ha coinvolto 500 istituzioni estere di 60 paesi. L’Università dispone di sedi e strutture in proprietà molto moderne, la maggior parte costruite ex novo, per circa 45.000 mq con un patrimonio di quasi 115 milioni di Euro (più altri 13.000 mq in comodato gratuito trentennale). Negli ultimi anni lo sforzo dell’Ateneo si è diretto prioritariamente verso la costruzione della Biblioteca centrale, del Palazzetto dello Sport inaugurato in occasione dei Campionati Nazionali Universitari e di residenze studentesche in relazione alla crescente richiesta da parte di studenti provenienti da altre regioni. Per ciò che riguarda la ricerca, alcuni dati possono servire a indicare il ruolo che l’Ateneo assolve non solo nell’ambito universitario nazionale e internazionale, ma anche nella promozione della realtà regionale: dal 2000 ad oggi l’Ateneo ha depositato 13 brevetti, ha incubato 10 spin off, ha visto approvati 135 Progetti di rilevante interesse nazionale (PRIN), ha partecipato attivamente a 9 Programmi Quadro Europei, ha gestito Fondi Strutturali, fondi di finanziamento ministeriali destinati alla ricerca e attività di ricerca conto terzi commissionate, per oltre 21 milioni di Euro.

Scientiarum aumentis reipublicae utilitati.  Fedele al suo motto, l’Università del Molise concorre allo sviluppo scientifico, culturale e sociale del Molise e del Paese promuovendo il talento, la progettualità e la creatività delle nuove generazioni. Non solo mediante servizi e incentivi economici con cui sostiene il diritto allo studio degli studenti meritevoli, ma anche valorizzando le iniziative proposte dalle diverse associazioni studentesche che animano la vita delle sue sedi.   L’Università degli Studi del Molise è un’istituzione consolidata nel territorio e per il territorio. E’ motore della crescita culturale e sociale, dello sviluppo locale, dell’affermazione della legalità, della partecipazione e della coscienza libera e critica e oggi, ancor di più, ribadisce una sua ferma consapevolezza: lo sviluppo culturale, economico e sociale di un Paese dipende dalla qualità del suo capitale umano.

Il capitale umano si crea mediante processi educativi e formativi che trasformano le persone sviluppandone conoscenze e abilità che le rendono capaci di agire in modi nuovi rispetto alle sfide della società e del futuro.

L’Università del Molise intende attuare, difendere e riaffermare questa consapevolezza.

A seguito della riorganizzazione prevista dalla Legge n. 240 del 30.12.2010 sono stati istituiti i seguenti Dipartimenti che programmano, coordinano e gestiscono l’attività didattica e di ricerca dei relativi settori disciplinari omogenei:

  • Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti
  • Dipartimento di Bioscienze e Territorio
  • Dipartimento di Economia, Gestione, Società e Istituzioni
  • Dipartimento Giuridico
  • Dipartimento di Scienze Umanistiche Sociali e della Formazione
  • Dipartimento di Medicina e di Scienze della Salute “Vincenzo Tiberio”

Oltre ai 16 corsi di laurea triennale, 12 corsi di laurea magistrale, 3 corsi di laurea magistrale a ciclo unico e 4 corsi di laurea magistrale per l’insegnamento nella scuola secondaria, l’Ateneo offre diversi percorsi formativi rivolti anche all’alta formazione scientifica post-lauream attraverso l’istituzione di una Scuola di specializzazione delle professioni legali, di una scuola di specializzazione in Medicina e Chirurgia e di diversi Master di I e II livello e di Dottorati di Ricerca.

A guidare oggi l’Unimol è il magnifico rettore Gianmaria Palmieri.

http://www.unimol.it/

Articolo Precedente

Camera di Commercio di Campobasso

Articolo Successivo

Ordine degli avvocati di Campobasso