Giurisprudenza del LazioIl commentoNews

SUCCESSIONE EREDITARIA. COLLAZIONE

Successione ereditaria – Donazione – Valore superiore al valore della quota ereditaria – Erede donatario – Eccedenza – Versamento equivalente monetario – Debito di valuta.

(C.c. artt. 456, 747).

In materia di successione ereditaria, nell’ipotesi in cui il valore della donazione sia superiore al valore della quota ereditaria, il coerede donatario è tenuto a versare l’equivalente monetario dell’eccedenza residuata in favore dei coeredi dopo i prelevamenti. Trattasi, peraltro, di debito di valuta, soggetto come tale al principio nominalistico, avendo per oggetto originario non già i beni che costituiscono l’eccedenza (come per l’ipotesi di conguaglio in denaro in sede divisoria), bensì l’equivalente pecuniario di essi da determinarsi secondo il tassativo dettato di cui all’art. 747 c.c., sotto la cui disciplina cade il procedimento di collazione.

Corte di Appello di Roma, sezione III; sentenza del 9 marzo 2017, n. 1594; Pres. Dr. F. Tirelli.

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

IMMOBILE E LIMITAZIONE AL GODIMENTO DEL BENE

Articolo Successivo

La notificazione dell'ordinanza ingiunzione. Il procedimento notificatorio