Il commentoNewsOrdine degli Avvocati

Società di persone e cancellazione

La disciplina di riferimento codicistica dell’istituto della Cancellazione
dal Registro delle Imprese delle società di capitali applicabile per analogia anche alle società di persone.

Società commerciali – Cancellazione – Estensione alle società di persone – Inammissibilità di un gravame – Cessazione d’ufficio – Perdita della legittimazione ad agire.

c.c. art. 2495

In forza del disposto di cui all’art. 2495 del Codice Civile, estensibile per analogia, anche alle società commerciali di persone, in ordine alle conseguenze derivanti dalla cancellazione di una società, deve ritenersi l’inammissibilità di un gravame laddove sia intervenuta la cessazione d’ufficio dell’appellante che comporta automaticamente la perdita della sua legittimazione ad agire.

201600040S3

Articolo Precedente

Vendita immobiliare e simulazione. La disciplina della prova dell’accordo simulatorio

Articolo Successivo

Figli maggiorenni non autosufficienti