Il commentoNews

SOCIETA’ ARMATRICE

La iscrizione del marittimo nel registro particolare di una società armatrice. Effetti.

Marittimo – Iscrizione nel registro particolare di una società armatrice – Diritto di prelazione nell’avviamento – Rapporto di lavoro – Non configurabilità – Conseguenze.
L. 28.06.2012, n. 92, art. 1
La mera iscrizione del marittimo nel registro particolare di una società armatrice fa sorgere, in capo ad esso, unicamente un diritto di prelazione, peraltro con i margini di discrezionalità riconosciuti dalla stessa contrattazione collettiva alla società armatrice, nell’avviamento a bordo secondo le varie tipologie contrattuali previste per l’arruolamento, sia a tempo determinato, che a tempo indeterminato. Di talché qualora, successivamente all’iscrizione del marittimo nel turno particolare di una società armatrice, questa non abbia mai imbarcato lo stesso, né abbia mai sottoscritto con il medesimo alcun contratto di arruolamento, non può ritenersi configurabile alcun rapporto di lavoro e, dunque, nessuna tutela reale può essere concessa al lavoratore. Al diritto ad essere imbarcato, pertanto, non può che corrispondere, sul piano dei rimedi, in caso di violazione, una tutela meramente risarcitoria (nel caso concreto, peraltro, prevista, nei casi di ingiustificata cancellazione o mancata reiscrizione nel turno particolare, dal CCNL di settore).

Tribunale Lavoro Bari 2201-2016

Articolo Precedente

LAVORO SUBORDINATO E PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

Articolo Successivo

Regolamento di giurisdizione