Il commentoNews

SENTENZA PENALE IRREVOCABILE DI CONDANNA

Effetti nel giudizio civile: i danni

Sentenza irrevocabile di condanna – Effetti nel giudizio civile od amministrativo per le restituzioni ed il risarcimento del danno – Accertamento concreto dei danni patiti in sede civilistica.

(C.p.p. art. 650).

La sentenza irrevocabile di condanna, resa in dibattimento, ha efficacia di giudicato verso il condannato quanto all’accertamento della sussistenza del fatto, della sua illiceità penale ed all’affermazione che l’imputato lo ha commesso, nel giudizio civile od amministrativo per le restituzioni ed il risarcimento del danno. La sentenza che (come nel caso concreto) abbia pronunciato condanna definitiva dell’imputato al risarcimento dei danni in favore della costituita parte civile, demandandone la liquidazione ad un successivo e separato giudizio, spiega, in sede civile, effetto vincolante in ordine all’affermata responsabilità dell’imputato che non può più contestare la declaratoria iuris di generica condanna al risarcimento ed alle restituzioni. Qualora il giudice penale si sia, però, limitato all’accertamento del fatto di reato ed all’astratta sua potenzialità dannosa sulla sfera non patrimoniale della vittima, tale accertamento deve essere svolto in sede civilistica. (Nella fattispecie, senza una puntuale dimostrazione, sia in sede penalistica che civilistica, in ordine ai danni subiti dall’attore a seguito della condotta tenuta dalla convenuta e sanzionata penalmente, si riteneva insussistente il danno morale asseritamente patito dall’attore, non potendo lo stesso considerarsi danno in re ipsa).

Tribunale Civile Ascoli Piceno 738-2016

 

Articolo Precedente

PROCEDIMENTO CIVILE: il litisconsorzio facoltativo e l’atto di riassunzione

Articolo Successivo

IL REATO DI EVASIONE. Quando si perfeziona?