News

Risarcimento del danno da dolo incidente: “incompletezze” ma nessun grave vizio di costruzione

Sentenza n. 18111/2018 – Tribunale Ordinario di Roma – X Sezione Civile

 

 

Risarcimento del danno da dolo incidente: questo quanto richiesto dalla acquirente di un appartamento, con annesso box e posto auto, nei confronti della società venditrice

Per l’attrice, la società, pur avendo espressamente indicato, nella fase precontrattuale e fino al momento della conclusione del contratto di vendita, la presenza di un impianto di raccolta delle acque meteoriche che avrebbe alimentato le cassette di scarico dei wc e l’impianto di innaffiamento, non ha mai posto in funzione il medesimo e ha adottato una soluzione tecnica pregiudizievole per i condomini della palazzina, a carico dei quali sono stati contabilizzati per anni anche i consumi delle cassette di scarico dei wc e dell’impianto di irrigazione degli spazi verdi condominiali di altre palazzine

Una mancanza dolosamente sottaciuta inducendo in errore l’acquirente.

La convenuta ha però contestato gli assunti attorei, riferendo che l’impianto di raccolta delle acque piovane è stato realizzato ed è stato utilizzato per l’irrigazione degli spazi verdi condominiali. Il sistema per l’alimentazione degli scarichi dei wc, invece, non è stato impiegato in base ad una delibera comunale che vietato l’utilizzo delle acque piovane per tale finalità, attendo il riutilizzo delle acque piovane per soli scopi di irrigazione delle parti comuni.

I vizi analizzati per il giudice consistono in incompletezze che non incidono in alcun modo sulla normale utilizzazione dell’immobile nella sua globalità secondo la sua destinazione abitativa, non sono quindi riconducibili a gravi vizi di costruzione.
Per cui rigettate le domande dell’attrice condannata a rifondere alla convenuta le spese processuali.

 

La sentenza in esame può essere richiesta per mezzo di Lexgenda alla voce ‘Richiedi una sentenza’

 

 

 

Articolo Precedente

Acqua dalla abitazione sovrastante, condannata proprietaria al risarcimento

Articolo Successivo

Responsabilità del medico nei confronti del paziente