Il commentoNews

RISARCIMENTO DANNI DA CIRCOLAZIONE STRADALE.

Quando è legittima l’affermazione di pari responsabilità?

Circolazione stradale – Sinistro – Affermazione di pari responsabilità – Legittimità – Ipotesi – Assenza di prova liberatoria.
c.c. art. 2054
È legittima l’affermazione di pari responsabilità nella causazione del sinistro stradale, nella misura del 50% a carico di ognuno dei conducenti dei veicoli coinvolti, nell’ipotesi in cui nessuno di essi abbia fornito la prova liberatoria di cui all’art. 2054, comma 2, c.c., né possa escludersi una eguale incidenza causale delle condotte di guida di entrambi nella produzione del sinistro. In tale contesto, nemmeno può attribuirsi rilievo al mancato rispetto della precedenza da parte di uno dei conducenti, qualora non assuma carattere assorbente in termini di responsabilità, in difetto della prova che il conducente dell’altro veicolo abbia prestato osservanza ai prescritti limiti di velocità.

Appello Civile Napoli 1555-2016

Articolo Precedente

LA RISOLUZIONE DEL CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA.

Articolo Successivo

LA RIVENDICAZIONE DI COMPENSI SCATURENTI DALLA TRANSAZIONE.