News

Revocazione di donazione, domanda rigettata

Sentenza n. 205/2019 – Tribunale Ordinario di Cassino, Prima Sezione Civile

 

 

Ottenere la restituzione degli immobili oggetto dell’atto di donazione e dei frutti percepiti e percipiendi.

Così due genitori hanno convenuto in giudizio il proprio figlio al fine di revocare l’atto di donazione effettuato anni prima.

Ad essere donati la nuda proprietà, con riserva di usufrutto, di un fabbricato e un terreno agricolo

In cambio, il donatario avrebbe prestato assistenza materiale e morale, vitto e alloggio, cure mediche e assistenza sanitaria, pulizie personali e di biancheria agli istanti per tutta la loro vita.

Condizioni, però, mai rispettate, con genitori costretti a subire vessazioni da parte del figlio.

Dal canto suo il Tribunale non ha rilevato l’esistenza di una grave ingiuria tale da determinare la revocazione della donazione. Dalle risultanze dell’esame testimoniale non è emerso che il convenuto abbia posto in essere manifestazioni o condotte ingiuriose e grave-mente offensive dell’onore e della dignità dei donanti. Pertanto rigettata la domanda degli attori.

 

 

 

La sentenza in esame può essere richiesta per mezzo di Lexgenda alla voce ‘Richiedi una sentenza’

 

 

 

Articolo Precedente

Falsità materiale commessa dal privato in atti pubblici

Articolo Successivo

Inciampa e cade sulla lavapavimenti in un supermercato, rigettata richiesta di risarcimento