Il commentoNews

REATO DI APPROPRIAZIONE INDEBITA: PRESUPPOSTI

Reati contro il patrimonio – Appropriazione indebita – Presupposti per la configurabilità della fattispecie di cui all’art. 646 c.p. – Casistica.

(C.p., art. 646).

Il delitto di appropriazione indebita non si configura nell’ipotesi in cui la parte vincitrice di una causa civile trattenga la somma liquidata in proprio favore dal giudice civile a titolo di refusione delle spese legali, rifiutando di consegnarla al proprio avvocato che la reclami a titolo di compenso per la prestazione professionale svolta. Si configura invece, il delitto p. e p. dall’art. 646 c.p. nella condotta del mandatario che, violando le disposizioni impartitegli dal mandante, si appropri del denaro ricevuto per l’adempimento del suddetto mandato e lo utilizzi per propri fini e, quindi, per scopi diversi ed estranei agli interessi dal mandante.

Corte d’Appello di Palermo, sezione IV, sentenza del 24 febbraio 2017, n. 784, Pres., dott.sa M.D. Borsellino.

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

RIFIUTI PERICOLOSI E DISCARICA NON AUTORIZZATA

Articolo Successivo

CIRCOLAZIONE STRADALE. GUIDA SOTTO L'EFFETTO DI SOSTANZE STUPEFACENTI : accertamenti biologici dimostrativi