Il commentoNews

PROCESSO PENALE. La costituzione di parte civile.
Quali i poteri del difensore?

Costituzione di parte civile nel giudizio di primo grado – Effetti in ogni stato e grado del giudizio – Poteri del difensore di parte civile.

c.p.p., artt. 82, 100

La costituzione di parte civile, una volta intervenuta in primo grado, in virtù di procura speciale, ai sensi dell’art. 100 c.p.p., produce effetti in ogni stato e grado del giudizio. Ciò significa che il difensore di parte civile può resistere all’impugnazione dell’imputato, presentare conclusioni e nota spese senza che sia necessario un altro mandato richiesto solo per svolgere attività non difensive. La circostanza per la quale la parte civile non presenti conclusioni nel giudizio di appello, non integra la revoca tacita della costituzione di parte civile, di cui all’art. 82, comma 2°, c.p.p., verificandosi tale ipotesi solo nel giudizio di primo grado.

Appello Penale Palermo 41-2016

Articolo Precedente

Delitti contro la persona. Dolo diretto

Articolo Successivo

LE SPESE DI GIUDIZIO NEL PROCESSO TRIBUTARIO. Il diritto al rimborso da parte dell’Amministrazione Finanziaria nel caso di esito vittorioso per il contribuente.