Il commentoL'interventoNewsOrdine degli Avvocati

Parcheggio a rotazione in condominio. Assemblea.

La delibera dell’assemblea che decide sull’uso turnario del cortile condominiale può essere presa a maggioranza semplice.parcheggio

La sentenza della Cassazione – II Sez. Civile – che ha chiarito ciò è la n. 1421 del 26.01.2016.

Nel caso di specie, tra le altre doglianze, l’attrice lamentava la nullità della delibera assembleare assunta che aveva disposto la rotazione dell’uso dei posti auto situati all’interno del cortile condominiale asserendo – tra le altre cose – che la delibera impugnata, statuendo su diritti reali e soggettivi perfetti, non poteva essere assunta con una maggioranza semplice.

A tal proposito, la Suprema Corte ha espresso nel caso di specie, il principio ( già consolidato in materia) secondo il quale “il regolamento condominiale, adottato a maggioranza, può disporre in materia di uso delle cose comuni, purché sia assicurato il diritto al pari uso di tutti i condomini, tale dovendosi intendere non solo l’uso identico in concreto (se possibile), ma in particolare l’astratta valutazione del rapporto di equilibrio che deve essere potenzialmente mantenuto fra tutte le possibili concorrenti utilizzazioni del bene comune da parte dei partecipanti al condominio”.

Ed ancora, ha chiarito nel provvedimento in esame che “.. il pari uso della cosa comune non postula necessariamente il contemporaneo uso della cosa da parte di tutti i partecipanti alla comunione, che resta affidata alla concreta regolamentazione per ragioni di coesistenza..” laddove  il concetto di  pari uso del bene comune “.. non è da intendersi nel senso di uso necessariamente identico e contemporaneo, fruito cioè da tutti i condomini nell’unità di tempo e di spazio, perché se si richiedesse il concorso simultaneo di tali circostanze si avrebbe la conseguenza della impossibilità per ogni condomino di usare la cosa comune tutte le volte che questa fosse insufficiente a tal fine..”.

Cosicché  per l’ipotesi del caso di specie – come già affermato da precedenti provvedimenti anche di merito “..la disciplina turnaria  dei posti macchina, lungi dal comportare l’esclusione di un condomino dall’uso del bene comune ..  è adottata per disciplinare l’uso di tale bene in modo da assicurarne ai condomini il massimo godimento possibile; nell’uniformità di trattamento e secondo le circostanze; che la delibera, la quale disciplina l’uso di un bene comune può essere legittimamente assunta con le maggioranze di cui all’art. 1136 cod. civ., purché sia assicurato il pari uso di tutti i condomini, e cioè il massimo godimento possibile”.Nella fattispecie analizzata dalla sentenza in commento, l’agevolazione prima casa veniva revocata dall’Agenzia delle Entrate in quanto la contribuente non aveva stabilito la propria residenza nel Comune ove era ubicato l’immobile acquistato entro il termine di 18 mesi dall’atto di acquistoNella fattispecie analizzata dalla sentenza in commento, l’agevolazione prima casa veniva revocata dall’Agenzia delle Entrate in quanto la contribuente non aveva stabilito la propria residenza nel Comune ove era ubicato l’immobile acquistato entro il termine di 18 mesi dall’atto di acquistosentenza n. 17442 del 17 luglio 2013 la Corte di Cassazione torna ad occuparsi della agevolazione cd. prima casa in tema di imposta di registro e imposte ipocatastalisentenza n. 17442 del 17 luglio 2013 la Corte di Cassazione torna ad occuparsi della agevolazione cd. prima casa in tema di imposta di registro e imposte ipocatastali

Articolo Precedente

ACQUISTO PRIMA CASA. Agevolazioni.

Articolo Successivo

Vaccini:un bene personale e comune