Il commentoNews

PACCHETTO TURISTICO.
QUANDO L’ALLOGGIO DELUDE

Ed  il “malcapitato vacanziero”?

Il provvedimento in esame è la sentenza della Cassazione n. 5683/2016 con la quale viene respinto il ricorso  di due agenzie di viaggio avverso la condanna in sede di gravame  ( e già in primo grado) per violazione dell’obbligo di informazione e/o falsa rappresentazione della realtà dei fatti rispetto a quanto ricompreso nel pacchetto turistico con conseguente condanna al risarcimento del danno.

La lamentela principale dei turisti ha riguardato l’alloggio.

Nel caso di specie le ricorrenti – su cui gravava l ‘onere di provare di aver , invece, informato i clienti – non hanno dato alcuna prova documentale in grado di sorreggere il ricorso depositato.

Pertanto, inevitabile, è stata la condanna delle medesime al risarcimento del danno.

Articolo Precedente

IRAP. Le Sezioni Unite della Cassazione nella sentenza n. 9451/2016 sanciscono : niente Irap per l'avvocato con una segretaria

Articolo Successivo

NOVITA' IN CASA EQUITALIA IN MATERIA DI PIGNORAMENTI IMMOBILIARI