Il commentoNews

OBBLIGAZIONI: Unico rapporto creditorio e non frazionabilità del credito in plurime richieste giudiziali di adempimento

Obbligazioni – Non frazionabilità del credito in plurime richieste giudiziali di adempimento – Ratio – Violazione dei principi del giusto processo, correttezza e buona fede.

(C.c., art. 1173).

Il creditore di una determinata somma di denaro, dovuta in virtù di un unico rapporto obbligatorio, non può frazionare il credito in plurime richieste giudiziali di adempimento, contestuali o scaglionate nel tempo, in quanto la scissione del contenuto dell’unica obbligazione, operata dal creditore per sua esclusiva utilità viola non solo il principio di correttezza e buona fede, che deve improntare il rapporto tra le parti non solo durante l’esecuzione del contratto ma anche nell’eventuale fase dell’azione giudiziale per ottenere l’adempimento, ma anche il principio costituzionale del giusto processo, traducendosi la parcellizzazione della domanda giudiziale diretta alla soddisfazione della pretesa creditoria in un abuso degli strumenti processuali.

Appello Civile Campobasso 182-2016

Articolo Precedente

LA NATURA DEL REATO DI MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA

Articolo Successivo

IL CONTRATTO BANCARIO ED IL PAGAMENTO DI INTERESSI ILLEGITTIMI