Il commentoNews

Obbligazioni e inadempimento.
L’onere della prova nelle controversie per la risoluzione del contratto.

Inadempimento delle obbligazioni – Riparto dell’onere della prova – Onere del creditore di provare la fonte legale o negoziale del suo diritto – Onere del debitore di provare il fatto estintivo dell’altrui pretesa.

c.c., art. 1460

In tema di prova dell’inadempimento, il creditore che agisca per lo risoluzione del contratto o per l’adempimento deve soltanto provare lo fonte, negoziale o legale, del suo diritto ed il relativo termine di scadenza, limitandosi alla mera allegazione della circostanza dell’inadempimento della controparte, mentre il debitore convenuto è gravato dell’onere della prova del fatto estintivo dell’altrui pretesa, costituito dall’avvenuto adempimento.

Giudice di Pace Milano 1450-2016

 

Articolo Precedente

IL CONTRATTO DI APPRENDISTATO.
La centralità della formazione.

Articolo Successivo

IL GIUDIZIO DI OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO E L’ONERE DELLA PROVA