Il commentoNewsOrdine degli Avvocati

Nuovo processo civile.
Nel testo del ddl di riforma del processo civile che ha ottenuto già il sì della camera nuove “ regole” per una giustizia più veloce.

Il  disegno di legge che si è incamminato  verso il Senato per l’esame definitivo alla Camera interviene direttamente sul rito per i licenziamenti illegittimi apportando significative novità nell’ottica dell’addio al cd. Rito Fornero.

In particolare, il ddl prevede l’abrogazione delle disposizioni di cui alla legge n. 92/2012 che prevedono un rito speciale per le controversie in materia di licenziamenti illegittimi.

Il testo dell’emendamento in questione proposto dai relatori è il seguente:

“Dopo l’articolo 1, aggiungere il seguente: “Art. 1-bis – 1. Le disposizioni di cui all’articolo 1, commi da 48 a 68, della legge 28 giugno 2. Alla trattazione dei giudizi nei quali si 92, sono abrogate. 2012, n. controverte sulla validità, l’efficacia o la legittimità dei licenziamenti ai 300 del 1970, sono riservati specifici sensi dell’articolo 18 della legge n. giorni nel calendario delle udienze del giudice, che deve trattarli e definirli con particolare speditezza. 3. I dirigenti degli uffici giudiziari vigilano sull’osservanza della disposizione di cui al comma 2. 4. I giudizi già introdotti con ricorso depositato entro la data di entrata in vigore della presente legge sono tratta(ti) e definiti secondo le norme di cui all’articolo 92. 5. Le azioni di nullità 1, commi da 48 a 68, della legge 28 giugno 2012, n. dei licenziamenti discriminatori, ove non siano proposte con ricorso ai sensi dell’articolo 414 del codice di procedura civile, sono introdotte, ricorrendone i presupposti, con i rispettivi riti speciali di cui agli articoli 38 del 150 del 198 del 2006 e 28 del decreto legislativo n. decreto legislativo n. 2011. La proposizione dell’azione, nell’una o nell’altra forma, preclude la possibilità di agire successivamente in giudizio con rito diverso. 6. Le azioni relative al licenziamento incidente sul rapporto di lavoro subordinato del socio di cooperativa, anche nel caso in cui venga a cessare, con il rapporto di lavoro, quello associativo, sono introdotte con ricorso ai sensi degli articoli 409 e seguenti del codice di procedura civile e sono soggette alle disposizioni di cui ai commi 2 e 3 del presente articolo“

Tra le novità che saranno introdotte nel caso di conclusione in senso positivo dell’iter di approvazione della riforma : diventa obbligatoria la negoziazione assistita preventiva a tutte le cause tra lavoratore e azienda, a prescindere da quale sia la parte ad iniziare la controversia.

Articolo Precedente

….Ed ancora…. Sulla riforma del processo civile.

Articolo Successivo

Riforma del processo civile