News

Minore vittima di violenza sessuale, imputato condannato

Sentenza n. 2009/2019 – Tribunale di Nola

 

 

Con violenza e minaccia ha bloccato una minore e dopo averla spogliata l’ha costretta a subire atti sessuali completi, con l’aggravante di aver compito il fatto nei confronti di persona di età inferiore ai 14 anni. Eventi verificatisi più volte e per cui il pubblico ministero ha chiesto la condanna alla pena di 11 anni e 6 mesi di reclusione, pene accessorie come per legge, confisca e distribuzione di quanto in sequestro.

Aperto il dibattimento sono stati escussi i testi ed il Tribunale ha ritenuto che l’istruttoria abbia pienamente confermato l’assunto accusatorio nei confronti dell’imputato in relazione ai reati ascritti.

Gli episodi sono stati raccontati dalla vittima nei dettagli. La stessa ha riferito che l’uomo era un vicino di casa che si era offerto di accompagnarla dal dentista nel giorno in cui invece si recò in un capanno abbandonato dove la minacciò con un coltello prima di violentarla.

Fatti non raccontati dalla minore perché terrorizzata e sopraffatta dal dolore fisico.

Abusi avvenuti anche successivamente pure costringendo la 13enne ad assumere droga, fino allo sfogo della vittima con la propria madre. A seguito di denuncia ed indagini i fatti sono venuti alla luce.

Valutati tutti gli elementi, l’imputato è stato condannato alla pena finale di 12 anni di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali e di quelle di mantenimento durante la custodia cautelare in carcere.

 

 

La sentenza in esame può essere richiesta per mezzo di Lexgenda alla voce ‘Richiedi una sentenza’

Articolo Precedente

Accertamento illegittimità della revoca di contributo pubblico

Articolo Successivo

Picchiava e minacciava moglie, figli e cognato e sperperava denaro alle slot, condannato marito violento