News

Maltrattata verbalmente e malmena la moglie, marito violento condannato

Sentenza n. 144/2019 – Tribunale di Cassino

 

 

Ha maltrattato la moglie, moralmente e fisicamente, anche dopo aver abusato di sostanze alcoliche e alla presenza dei figli minori e spesso di amiche. Una eccessiva gelosia, volta a ledere inoltre l’integrità psicologica della donna. Una convivenza divenuta impossibile che più volte ha portato la consorte ad abbandonare temporaneamente la casa familiare con le due figlie. Nei riguardi della vittima cattive parole fino al danneggiamento del mobilio dell’abitazione, al pedinamento e all’aggressione con successivi traumi e fratture.

Per l’imputato, da parte del Pubblico Ministero, la richiesta di condanna alla pena di 2 anni di reclusione.

Per la Parte Civile pure il risarcimento dei danni morali e materiali da liquidarsi in separata sede.

Per la difesa la sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste o per non averlo commesso.

Come riferito dalla vittima spesso la stessa veniva accusata di avere una relazione extraconiugale, di essere minacciata con armi e di subire percosse. Lavorava saltuariamente per mantenere i figli e quando rientrava a casa sopportava le reazioni del marito.

Gli esiti dell’istruttoria dibattimentale hanno consentito di affermare la responsabilità dell’imputato.

Il Tribunale ha quindi condannato l’uomo alla pena di 2 anni e due mesi di reclusione, nonché al pagamento delle spese processuali.

 

 

La sentenza in esame può essere richiesta per mezzo di Lexgenda alla voce ‘Richiedi una sentenza’

Articolo Precedente

Bilanci contestati, ‘condominio’ in regola

Articolo Successivo

Lavori nel condominio, imprenditore chiede saldo del pagamento. Convenuto condannato