Il commentoNews

LA RESPONSABILITA’ AGGRAVATA NEL PROCEDIMENTO CIVILE

In tema di procedimento civile, la responsabilità aggravata è finalizzata a colpire l’utilizzo abusivo della giurisdizione per la soluzione dei conflitti, nonché ad evitare che all’interno di un processo già instaurato, una parte, con comportamenti sleali e scorretti, ritardi la soluzione della controversia. In particolare, assumono rilievo la mala fede e la colpa grave della parte soccombente, ossia l’agire o il resistere in giudizio con la consapevolezza del proprio torto, cioè abusando del diritto d’azione o per spirito di emulazione o, ancora, per fini dilatori ovvero con la mancanza di quel minimo di diligenza o prudenza necessarie per rendersi conto dell’infondatezza della propria pretesa e per valutare le conseguenze dei propri atti. Peraltro, è onere della parte che richiede il risarcimento dedurre e dimostrare la concreta ed effettiva esistenza di un danno che sia conseguenza del comportamento processuale della controparte, sicché il giudice non può liquidare il danno, neppure equitativamente, se dagli atti non risultino elementi idonei ad identificarne concretamente l’esistenza.

Tribunale di Firenze, sezione I, sentenza del 22 settembre 2016, n. 3098, Giudice, Dott. F. Prodomo.

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

Il procedimento per ingiunzione e la notifica del ricorso e pedissequo decreto

Articolo Successivo

SENTENZA: giudicato formale e giudicato sostanziale.
Irrevocabilità ed inoppugnabilità della sentenza