Il commentoNews

LA PROVA DEL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO PER IL SOGGETTO CHE HA RIVESTITO ANCHE CARICHE SOCIALI

Rapporto di lavoro subordinato – Società di capitali – Configurabilità del rapporto di lavoro subordinato tra il soggetto che abbia rivestito cariche sociali e la società di capitali.

c.c. artt. 2094, 2697

In tema di rapporto di lavoro, ai fini della configurabilità di un rapporto di lavoro subordinato fra colui che ha rivestito cariche sociali di una società di capitali e la società stessa, è necessario fornire la prova della sussistenza del vincolo di subordinazione e cioè l’assoggettamento del lavoratore al potere direttivo, di controllo e disciplinare dell’organo di amministrazione della società nel suo complesso, nonostante le suddette cariche sociali. Peraltro, è compatibile con la qualifica di lavoratore subordinato della società di capitali, la qualità di amministratore non unico della società medesima, laddove sia accertata l’attribuzione di mansioni diverse dalle funzioni proprie della carica sociale rivestita.

Tribunale Lavoro Milano 78-2016

Articolo Precedente

PROCESSO CIVILE TELEMATICO. Nuovi obblighi anche per il professionista ausiliario del Giudice.

Articolo Successivo

VIOLENZA PRIVATA. Configurabilità del delitto