Il commentoNews

LA CONCESSIONE EDILIZIA IN SANATORIA

La estinzione del reato edilizio per intervenuta sanatoria

Reati edilizi – Fattispecie ex art. 44, D.P.R. n. 380 del 2001 – Concessione in sanatoria – Estinzione della fattispecie – Non operatività in relazione al reato ex art. 95, D.P.R. n. 380 del 2001.

(D.P.R. 06.06.2001, n. 380, artt. 36, 44, 95).

Il rilascio della concessione edilizia in sanatoria ex art. 36, D.P.R. n. 380 del 2001, nelle more del procedimento penale avente ad oggetto la contestazione, a carico del prevenuto, del reato previsto e punito dall’art. 44, D.P.R. n. 380 citato, impone l’adozione di una pronuncia di non doversi procedere per estinzione del reato per intervenuta sanatoria. In considerazione della diversa oggettività giuridica, tuttavia, la predetta causa di estinzione, tipica dei reati urbanistici, non si estende al reato contestato ex art. 95, D.P.R. n. 380 del 2001.

Tribunale Penale Frosinone 803-2016

Articolo Precedente

LA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA E L’ACCERTAMENTO MEDIANTE ETILOMETRO

Articolo Successivo

LA TUTELA DEI LAVORATORI