Il commentoNews

LA CAPITALIZZAZIONE TRIMESTRALE DEGLI INTERESSI

La legittimazione ad agire dell’associazione dei consumatori

Normativa di riferimento:

“Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, art. 2; Decreto Legislativo 1° settembre 1993, n.385, art. 120”.

La pratica di capitalizzazione trimestrale degli interessi  anche se,  letteralmente, non costituisce specifica violazione delle disposizioni speciali del codice del consumo, integra, comunque, una condotta che può definirsi lesiva dei diritti fondamentali garantiti dall’art. 2 del Codice.  Difatti, l’applicazione della clausola anatocistica divenuta illegittima a seguito della novella dell’art. 120 TUB può dirsi che  attiene specificatamente alla correttezza dei rapporti contrattuali.

In questo senso, recente giurisprudenza del Tribunale di Milano in materia di contratti bancari e anatocismo che si espressa anche con riguardo all’interesse ad agire delle associazioni dei consumatori nonché, quindi, con riguardo alla legittimazione ad agire delle stesse.

Per il tribunale meneghino, la legittimazione ad agire , in materia, delle associazioni dei consumatori si fonda sulla disposizione di cui all’art. 139 del Codice del Consumo, che prevede la legittimazione ad agire delle stesse ai sensi dell’art. 140, a tutela degli interessi collettivi dei consumatori e degli utenti nelle materie trattate dal Codice in combinato con il disposto dall’art. 2

Articolo Precedente

ABUSO EDILIZIO

Articolo Successivo

L’OBBLIGO DI CUSTODIA EX ART. 2051 C.C. DELLA P.A.