Il commentoNews

INGIUNZIONE PER CANONI DI LOCAZIONE E LA MANCATA OPPOSIZIONE

Decreto ingiuntivo – Opposizione – Mancanza – Giudicato – Efficacia – Canoni – Locazione.

(c.p.c. art. 647).
Il decreto ingiuntivo non opposto acquista autorità di giudicato, in relazione al diritto in esso consacrato, tanto in ordine all’esistenza e validità del rapporto dedotto, ai soggetti del medesimo ed alla prestazione dovuta, quanto all’inesistenza di fatti impeditivi, modificativi o estintivi, sicché la sua efficacia preclusiva non può non estendersi a tutte le relative questioni, impedendo che in un successivo giudizio avente ad oggetto una domanda fondata sullo stesso rapporto si proceda ad un nuovo esame di esse. Alla luce di tanto, il giudicato formatosi a seguito della mancata opposizione avverso un decreto ingiuntivo recante intimazione di pagamento di canoni arretrati in relazione ad un rapporto di locazione, non si limita a fare stato, tra le stesse parti (ed i loro eredi o aventi causa), circa l’esistenza dei fatti costitutivi del diritto accertato, ma anche circa l’inesistenza di tutti i fatti impeditivi o estintivi, anche non dedotti, ma deducibili.

Corte di Appello di Genova, sentenza del 08 luglio 2016, n. 302, Giudice, Pres. A. Vigotti.

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

IL CONTRATTO ED IL VIZIO DI FORMAZIONE DELLA VOLONTA'

Articolo Successivo

CESSIONE D'AZIENDA : la responsabilità sussidiaria del cedente e del cessionario nei confronti del locatore