Il commentoNews

IMPUGNAZIONE DELLA SENTENZA. APPELLO

Appello – Presupposti per una valida impugnazione della sentenza – Esposizione di una parte argomentativa che si contrapponga alla motivazione della sentenza – Aggravamento dell’onere di specificazione.

(C.p.c., art. 434).

In tema di appello ai fini della valida impugnazione di un capo della sentenza è necessaria l’esposizione di una parte argomentativa, che si contrapponga alla motivazione della sentenza, con espressa e motivata censura, al fine di incrinare il fondamento logico-giuridico della sentenza impugnata, non essendo sufficiente che nel gravame sia manifestata la volontà di censurare la sentenza di primo grado. Tale onere di specificazione già tipico dell’art. art. 434 c.p.c. ha subito un aggravamento trasformandosi in un onere di motivazione, poiché l’appellante non deve più limitarsi ad individuare gli errori in iudicando o in procedendo commessi dal giudice argomentandone la rilevanza al fine del decidere, ma deve con il materiale processuale raccolto predisporre uno schema di diversa decisione.

Corte d’Appello di Potenza, sezione lavoro, sentenza del 31 gennaio 2017, n. 6, Pres., dott.sa M. Stassano.

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

Concessione della C.I.G.S. Prescrizione imposta dall'art. 1, comma 7 della L. n. 223 del 1991: violazione

Articolo Successivo

INFORTUNI SUL LAVORO. Responsabilità penale del datore di lavoro