News

Importo per l’energia pagato in eccedenza, società restituisce la somma al condominio

Sentenza n. 18354/2018 – Tribunale Ordinario di Roma, X Sezione civile

 

Venti utenze per uso domestico da 3 KW ed una da 10 KW per usi diversi: a richiederle un condominio ad una compagnia energetica. Nella circostanza la società ha preteso il pagamento di oltre 23mila euro, di cui più di 15mila euro a titolo di contributo forfettario per una potenza pari a 223,30 KW.

Un preventivo sottoscritto dal condominio che dopo aver pagato l’importo richiesto, riferito ad una potenza in KW di gran lunga superiore a quella domandata, ha diffidato la compagnia alla restituzione di quanto indebitamente pagato per quasi 13mila euro.

Dalla lettura del preventivo si evince che l’importo pagato dal condominio è stato calcolato per errore e nella sentenza del Tribunale ordinario di Roma disposta la restituzione della somma incassata in eccedenza da parte della società energetica al condominio.

 

La sentenza in esame può essere richiesta per mezzo di Lexgenda alla voce ‘Richiedi una sentenza’

 

 

Articolo Precedente

Impianto trattamento rifiuti: TAR Campania riapre i termini di impugnativa su procedura di Via

Articolo Successivo

Danno da dolo incidente, rigettata domanda dell’attrice