Il commentoNews

IL RIPARTO DELL’ONERE DELLA PROVA NELLE CONTROVERSIE IN MATERIA DI INADEMPIMENTO DELLE OBBLIGAZIONI

Inadempimento contrattuale – Riparto dell’onere della prova – Onere dell’attore di allegare l’inadempimento della controparte – Onere della prova contraria gravante sul debitore.

(C.c., artt. 1218, 2697).

In tema di inadempimento contrattuale, a norma dell’art. 1218 c.c., l’attore ha l’onere di provare il titolo contrattuale ed allegare l’inadempimento della controparte la quale, a sua volta, è onerata dalla prova dell’esatto adempimento dell’obbligazione e, quindi del fatto estintivo della stessa. Tale riparto dell’onere probatorio trova applicazione anche nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, ove le parti in causa sono formalmente invertite. In tal caso, dunque, l’opposto, sebbene convenuto, continua ad essere attore in senso sostanziale e su di esso grava l’onere di fornire la prova del rapporto contrattuale sulla base del quale è stata effettuata la richiesta di pagamento, accolta con il decreto ingiuntivo.

Tribunale di Ivrea, sentenza del 9 giugno 2016, n. 469, Giudice, dott.sa C. Gemelli.

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

IL CONTRATTO DI APPALTO. La differenza con il contratto di vendita

Articolo Successivo

CONDOMINIO NEGLI EDIFICI. La delibera avente ad oggetto voci di spesa.