Il commentoNews

IL REATO EX ART. 624 C.P.
La fattispecie dell’allaccio abusivo alla rete elettrica di distribuzione

Reati contro il patrimonio – Furto di energia elettrica – Circostanze del reato – Aggravante dell’uso del mezzo fraudolento – Presupposti per la configurabilità.

c.p., artt. 624, 625

In merito al reato di furto di energia elettrica, la ratio dell’aggravante dell’uso del mezzo fraudolento, di cui al n. 2 dell’art. 625 c.p., risiede nella maggiore capacità criminale manifestata dall’agente che agisce superando con la frode la custodia apprestata dall’avente diritto sui propri beni. Dunque anche l’uso di un cavo per allacciarsi abusivamente alla rete elettrica di distribuzione configura l’aggravante de qua, rinvenendosi in tale condotta l’artificio con cui si sorprende l’altrui buona fede e non essendo richiesto che venga reso più elevato il grado di difficoltà della scoperta dell’inganno.

Appello Penale Palermo 430-2016

Articolo Precedente

VIOLENZA PRIVATA. Configurabilità del delitto

Articolo Successivo

RAPPORTI DI CONTO CORRENTE.
L’ addebito delle c.m.s. , la natura degli addebiti e la nullità della clausola di pattuizione