Il commentoNews

IL PRINCIPIO EX ART. 115 C.C. La contestazione tempestiva di fatti.

Prove – Art. 115 c.p.c. – Onere di contestazione tempestiva – Fatti non tempestivamente contestati – Non necessità della relativa prova – Giudice – Astensione da qualsivoglia controllo probatorio.

c.p.c. art. 115

In base a quanto disposto dall’art. 115 c.p.c., emerge la sussistenza di un onere di contestazione tempestiva, con il corollario della non necessità della prova riguardo ai fatti non tempestivamente contestati. La non contestazione rappresenta, pertanto, un comportamento che impone al giudice di astenersi da qualsivoglia controllo probatorio del fatto non contestato e di ritenerlo sussistente, proprio per la ragione che l’atteggiamento difensivo delle parti espunge il fatto stesso dall’ambito degli accertamenti richiesti. (Nella fattispecie gli opponenti non avevano contestato la somma ingiunta, cosicché il diritto dì credito vantato da parte opposta doveva considerarsi processualmente provato).

Tribunale Civile Ivrea 311-2016

Articolo Precedente

IL CONDOMINIO NEGLI EDIFICI. Poteri, obblighi dell’amministratore: la diligenza del buon padre di famiglia.

Articolo Successivo

IL DANNO DA VACANZA ROVINATA