Il commentoNews

IL PAGAMENTO DEI TRIBUTI DOGANALI.

Lo spedizioniere che non ha provveduto a versare alla Dogana le somme ricevute dall’importatore

Spedizioniere doganale – Tributi doganali – Differimento del pagamento – Polizza fideiussoria – Società di assicurazione – Surrogazione e regresso verso il proprietario importatore – Fattispecie.

D.P.R. 23.01.1973, n. 43, artt. 78, 79; c.c. artt. 1949, 1951

Qualora lo spedizioniere doganale, nell’eseguire le operazioni in dogana per conto del proprietario della merce, si avvalga della facoltà di differire il pagamento dei tributi doganali ai sensi degli artt. 78 e 79 del D.P.R. n. 43 del 1973, stipulando all’uopo una polizza fideiussoria sostitutiva della cauzione, la società di assicurazione che ha prestato la fideiussione ed è costretta al pagamento dell’ammontare dei tributi medesimi, ha diritto di surrogazione e regresso nei confronti del proprietario importatore, il quale, nonostante il ricorso all’attività dello spedizioniere, rimane soggetto passivo del rapporto tributario e quindi dell’obbligazione garantita. All’uopo, si precisa che è irrilevante la circostanza che i diritti doganali siano rimasti insoddisfatti a causa del comportamento illecito dello spedizioniere che non abbia provveduto a versare alla Dogana le somme ricevute dall’importatore, giacché ciò incide non già sul debito d’imposta o sulla fideiussione, ma sul rapporto interno fra spedizioniere ed importatore. (Nella fattispecie si riteneva la società opposta – società assicuratrice – legittimata ad agire in surrogazione per la ripetizione della somma versata per conto dello spedizioniere inadempiente, con conseguente rigetto dell’opposizione promossa dalla società proprietaria della merce).

Tribunale Civile Palermo 1997-2016

Articolo Precedente

LEGGE PINTO : ANCORA RESTRIZIONI ALL’EQUO INDENNIZZO.

Articolo Successivo

INGIUNZIONE E CONDOMINIO