Il commentoNews

IL DANNO ALLA PERSONA

La fattispecie del danno morale

Risarcimento del danno – Danno biologico – Danno alla salute – Danno morale – Sofferenza interiore – Danno esistenziale – Peggioramento delle condizioni di vita quotidiane – Illecito – Violazione dei diritti fondamentali della persona – Componenti di un diritto unitario – Valutazione globale.

c.c. art. 2059

In materia di risarcimento del danno deve ritenersi che, conformemente al disposto di cui all’art. 2059 del Codice Civile, il danno biologico, da intendersi quale danno alla salute, il danno morale inteso come sofferenza interiore e quello dinamico relazionale, alias danno esistenziale che consiste nel peggioramento delle condizioni di vita quotidiane e che merita risarcimento nel caso in cui l’illecito abbia violato diritti fondamentali della persona, costituiscono delle componenti di un unitario danno non patrimoniale sempre suscettibile di una valutazione globale.

Tribunale Civile Frosinone 376-2016

Articolo Precedente

IL TRASFERIMENTO DEL LAVORATORE NEL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO

Articolo Successivo

LA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA E L’ACCERTAMENTO MEDIANTE ETILOMETRO