Il commentoNews

IL CONTRATTO DI VENDITA IMMOBILIARE

La fattispecie del pagamento del prezzo di vendita mediante accollo di un debito

Vendita immobili – Pagamento prezzo mediante accollo debito – Pattuizione duplice – Operatività su piani diversi – Conseguenze.

c.c. art. 1273

Nella vendita di immobili, la clausola di pagamento di parte del prezzo mediante accollo di un debito (mutuo) da parte del compratore racchiude in sé due pattuizioni, di cui l’una riguardante la determinazione delle modalità di pagamento del prezzo e l’altra integrante l’accollo semplice del debito del venditore verso il terzo. Tali pattuizioni operano su piani diversi, poiché mentre gli effetti dell’accollo, nel senso della effettiva assunzione del debito nei confronti del debitore, sono collegati al trasferimento della proprietà, la somma oggetto dell’accollo, in quanto parte del prezzo, è in ogni caso dovuta al venditore. Sicché, in relazione ad un contratto di compravendita valido ed efficace fra le parti, l’accollo non rappresenta un obbligo a sé stante, quasi avulso dal contesto del contratto o comunque in qualche modo da questo distinto, ma configura una modalità di pagamento di una parte del prezzo pattuito per la compravendita ed esattamente determinato nel suo ammontare. Tuttavia, il compratore che ha adempiuto all’obbligo derivante da tale accollo semplice (con l’estinzione del debito) non ha ancora pienamente ed esattamente adempiuto all’obbligazione di pagare il prezzo della compravendita; quando, invero, ha estinto il debito versando una somma inferiore a quella pattuita in contratto residuerà a suo carico l’obbligo di corrispondere la differenza fra quanto versato per l’estinzione del debito e quanto effettivamente pattuito come prezzo della compravendita al venditore.

Appello Civile Milano 499-2016

Articolo Precedente

LA RESPONSABILITA' MEDICA

Articolo Successivo

CONTROVERSIE IN MATERIA DI CONTRIBUTI E SOVVENZIONI PUBBLICHE. IL RIPARTO DI GIURISDIZIONE