Il commentoNews

IL CONTRATTO DI APPALTO. La differenza con il contratto di vendita

Contratto di appalto – Vendita – Caratteri e differenze – Presupposti per la configurabilità dell’appalto – Prevalenza del lavoro sulla materia.

(C.c., artt. 1655, 1470).

La differenza tra il contratto di appalto e la vendita attiene alla natura della prestazione avendo, l’appalto, una prestazione di fare che si affianca a quella di dare, tipica della vendita. Ai fini della configurabilità dell’appalto deve aversi riguardo alla prevalenza o meno del lavoro sulla materia per cui si ha contratto di appalto quando la prestazione della materia è un semplice mezzo per la produzione dell’opera essendo prevalente il lavoro rispetto alla materia per cui deve qualificarsi come appalto il contratto avente ad oggetto la costruzione di un grande capannone, trattandosi di un’opera realizzata su misura rispetto alle specifiche esigenze dei committenti, con prevalenza dell’obbligazione di facere rispetto alla fornitura di elementi prefabbricati da parte dell’appaltatore.

Tribunale di Ivrea, sentenza dell’8 giugno 2016, n. 467, Giudice, dott.sa C. Pittaluga.

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

L'ACCOLLO NELLE OBBLIGAZIONI: EFFETTI

Articolo Successivo

IL RIPARTO DELL'ONERE DELLA PROVA NELLE CONTROVERSIE IN MATERIA DI INADEMPIMENTO DELLE OBBLIGAZIONI