Il commentoNews

IL CONTRATTO BANCARIO ED IL PAGAMENTO DI INTERESSI ILLEGITTIMI

Pagamento ed esclusione della natura di obbligazione naturale

Contratti bancari – Pagamento di interessi illegittimi nel corso del rapporto – Inconfigurabilità dell’obbligazione naturale – Ripetibilità delle maggiori somme pagate.

(C.c., art. 2034).

In tema di contratti bancari non configura un’obbligazione naturale il pagamento degli interessi illegittimi nel corso del rapporto contrattuale ai sensi dell’art. 2034 c.c. con conseguente irripetibilità della prestazione degli interessi. In tal caso, infatti, non si ravvisano i presupposti richiesti dalla norma per la configurabilità di un’obbligazione naturale, vale a dire la “spontaneità della dazione” e il convincimento di eseguire doveri morali o sociali. In sostanza non sussiste alcun adempimento spontaneo di un’obbligazione naturale nel comportamento del correntista che abbia versato somme maggiori per il pagamento degli interessi anatocistici pattuiti in contratto, quindi in adempimento di un’obbligazione giuridica ancorché in forma invalida e non già di mero dovere morale o sociale.

Appello Civile Campobasso 186-2016

Articolo Precedente

OBBLIGAZIONI: Unico rapporto creditorio e non frazionabilità del credito in plurime richieste giudiziali di adempimento

Articolo Successivo

Esercizio arbitrario delle proprie ragioni