Il commentoNews

Giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo e prova

Ipotesi del decreto ingiuntivo ottenuto su scritture di riconoscimento di debito

Decreto ingiuntivo – Riconoscimento di debito – Opposizione – Estinzione debito – Produzione assegni – Insufficienza – Ipotesi – Omessa prova dell’avvenuta negoziazione dei titoli da parte opposta.

(C.p.c. art. 645).

Nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, richiesto ed ottenuto in virtù di scritture di riconoscimento di debito, non costituisce circostanza da sola sufficiente a determinare la revoca del provvedimento monitorio, la dedotta estinzione della posizione debitoria dell’opponente per avere il medesimo provveduto al pagamento del dovuto mediante una pluralità di assegni richiamati nell’atto di opposizione, nell’ipotesi in cui, pur a fronte di detta produzione documentale, la parte non abbia provato che effettivamente i titoli prodotti siano stati effettivamente negoziati dalla parte opposta. Nel caso concreto, peraltro, la somma aritmetica degli importi indicati nei prodotti titoli di pagamento risulta maggiore dell’importo ingiunto e non può ritenersi, in assenza di un qualunque elemento probatorio a suo sostegno, che la differenza sia eventualmente imputabile alla voce accessoria di interessi, atteso che non risulta essere stata riconosciuta dall’opponente alcuna debitoria a tale titolo con le scritture di riconoscimento di debito.

Tribunale di Benevento; sentenza del 21 settembre 2016, n. 215; Giudice Unico Dr. R. Ferraro.

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

La mediazione disposta dal giudice ai sensi del D.Lgs. n. 28 del 2010.
Mancata attivazione del tentativo di mediazione

Articolo Successivo

DANNO NON PATRIMONIALE . LESIONE ALLA SALUTE. OMNICOMPRENSITA'