Il commentoNews

Esecuzione forzata su beni immobili indivisi

Esecuzione – Forzata – Beni – Indivisi – Affitto – Locazione – Quota – Indivisa – Inefficacia.

(c.p.c. art. 599).

In tema di esecuzione forzata su beni immobili indivisi, il titolare di quota indivisa non può concludere un valido ed efficace contratto di affitto, in quanto la quota indivisa non è godibile autonomamente e la locazione e l’affitto hanno necessariamente ad oggetto un bene e non il diritto di comproprietà. Infatti, il godimento si esercita, rispetto al bene, sull’intero o su una porzione materiale, e non è possibile un godimento “ideale”, corrispondente alla quota indivisa del concedente. Pertanto, il comproprietario che conceda in locazione od affitto il bene per intero è considerato alla stregua di mandatario dei rimanenti comproprietari, che agisce in forza di un mandato tacito.

Tribunale di Ferrara, sentenza del 13 settembre 2016, n. 807, Giudice, Pres. A. Rizzieri.

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

La notificazione dell'ordinanza ingiunzione. Il procedimento notificatorio

Articolo Successivo

IL DANNO NON PATRIMONIALE. Collocazione del cd. "danno morale"