News

Contesta il licenziamento, respinte domanda ed opposizione

Sentenza n. 17/2019 – Tribunale di Perugia, Sezione Lavoro

 

 

Ha proposto opposizione avverso l’ordinanza che ha respinto la sua domanda di reintegrazione nel posto del lavoro e/o di risarcimento per equivalente in relazione al risarcimento deliberato con determinazione dirigenziale dal Comune.

La ricorrente ha ribadito, tra i numerosi punti, di aver svolto prima l’attività di istruttore di vigilanza poi di istruttore amministrativo e di essere stata licenziata per essere uscita dal lavoro un’ora prima della fine dell’orario ufficiale (alle 17 invece che alle 18) e per avere riempito un modulo prestampato in cui chiedeva il riconoscimento dell’orario di uscita alle 18. Ha inoltre rimarcato di aver lavorato dalle 14 alle 15 durante più giorni della settimana a fronte di un compenso straordinario sollecitandone il pagamento.

Contestando la fondatezza della domanda della ricorrente, si è costituito il Comune osservando che la dipendente avrebbe dovuto osservare un orario settimanale di 36 ore e che non vi era mai stata richiesta di svolgimento di più ore di lavoro

Il Tribunale definitivamente pronunciando sulla domanda proposta dalla ricorrente ha respinto l’opposizione e la domanda.

 

 

La sentenza in esame può essere richiesta per mezzo di Lexgenda alla voce ‘Richiedi una sentenza’

 

 

Articolo Precedente

Offese attraverso un post su Facebook, scatta la condanna

Articolo Successivo

Danni da infiltrazioni alle mura, condominio responsabile