NewsOrdine degli Avvocati

Condominio – Assemblea – impugnazione

Art. 1137 c.c..

 

I vizi relativi alla convocazione di uno o più condomini o la  legittimazione a partecipare all’assemblea di un delegato possono essere fatti valere solo dall’interessato.

 

In materia di condominio negli edifici, l’articolo 1137, II comma c.c., non prevede un potere generale di impugnativa delle delibere invalide. Per il vuoto normativo che lascia il predetto articolo, ben si può applicare la regola generale fissata in materia di annullabilità del contratto ex art. 1441 c.c. il quale dispone che “L’annullamento del contratto può essere domandato solo dalla parte nel cui interesse è stabilito dalla legge” estendendo di fatto una norma prevista in materia contrattuale alle delibere condominiali. Cosicché, il condomino assente in assemblea, ma regolarmente convocato, non può impugnare la delibera per difetto di convocazione di altro condomino (nel caso di specie in materia di tabelle millesimali) , trattandosi di vizio che inerisce all’altrui sfera giuridica.download Tribunale di Taranto

 

Articolo Precedente

Incidente stradale su una rotatoria. Responsabilità

Articolo Successivo

ACQUISTO PRIMA CASA. Agevolazioni.