Il commentoNews

CIRCOLAZIONE STRADALE.
Sanzione per violazione dei limiti di velocità: l’assenza di illuminazione della strada.

Limiti di velocità – Violazione – Verbale di accertamento – Validità – Segnalazione postazione di autovelox – Violazione norme sui limiti di velocità – Mancata illuminazione strada – Irrilevanza.

(Codice della Strada, art. 142).

In tema di violazioni delle norme sui limiti di velocità, ai fini della validità del verbale di accertamento, deve ritenersi sufficiente, ex art. 142, comma 6 bis, D.Lgs. n. 285 del 1992, la preventiva segnalazione della postazione di autovelox a mezzo di cartellonistica o dispositivi luminosi ben visibili, mentre è irrilevante la visibilità della postazione in sé. Né, in senso contrario, assume rilievo la circostanza, dedotta dal trasgressore, l’assenza di illuminazione della strada impedisce la visibilità notturna della cartellonistica, giacché non è prescritto che, negli orari notturni, le strade debbano essere illuminate al fine di rendere visibile la cartellonistica e, in ogni caso, un cartello che ha dimensioni e caratteristiche grafiche e cromatiche adeguate è visibile anche di notte con l’utilizzo dei fari dell’auto. (Nel caso concreto, in virtù di quanto innanzi, va disatteso l’appello e, per l’effetto, va confermata la sentenza impugnata, di reiezione del ricorso avverso il verbale di contestazione di sanzione amministrativa.)

Tribunale Civile Firenze 2301-2016

Articolo Precedente

IL LEGATO: l'alienazione della cosa legata

Articolo Successivo

SICUREZZA SUL LAVORO.
La responsabilità penale del datore di lavoro.