Il commentoNews

CESSAZIONE DELLA MATERIA DEL CONTENDERE

Il venir meno dell’interesse ad agire

 Procedimento civile – Interesse ad agire – Sopravvenuto difetto – Materia del contendere – Cessazione – Presupposti.

(c.p.c. art. 100).

In tema di procedimento civile, la cessazione della materia del contendere fa sì che venga meno l’interesse ad agire, nonché la necessità di una pronuncia del giudice sull’oggetto de11a controversia. Tale epilogo presuppone non solo il sopraggiungere, nel corso del giudizio, di eventi di natura fattuale o di atti volontari delle parti determinanti la totale eliminazione di ogni posizione di contrasto, ma, altresì, l’accordo tra le parti medesime sulla portata di tali vicende sopraggiunte, nonché sull’essere venuto meno ogni residuo motivo di contrasto. Peraltro, è necessaria 1a dichiarazione di non voler proseguire la causa, fatta personalmente dalla parte o a mezzo del suo difensore munito di procura speciale.

Tribunale Civile Larino 104-2016

Articolo Precedente

IL CONTRATTO DI CESSIONE DEL CREDITO

Articolo Successivo

IL PAGAMENTO DI UN DEBITO SOCIALE DA PARTE DEL SOCIO DI UNA SOCIETA’ IN NOME COLLETTIVO