News

Cade in negozio, riconosciuto il parziale risarcimento del danno

Sentenza n. 9544/2019 – Tribunale di Roma, Dodicesima Sezione Civile

 

 

E’ caduta all’interno di un punto vendita Alimentari procurandosi gravi lesioni, per questo ha chiesto il risarcimento dei danni subiti.

Nello specifico, l’attrice è rovinosamente caduta in terra a causa di un tappeto posto di fronte allo stand espositivo del reparto ortofrutta. Tappeto che, oltre a non essere fissato stabilmente al pavimento, presentava una increspatura.

La causa è stata istruita con prove testimoniali e CTU medico – legale.

La fattispecie prospettata dalla parte attrice rientra nell’ambito di applicazione dell’art. 2051 c.c.

Il fatto storico descritto e la presenza di un nesso causale diretto fra la presenza dell’increspatura del tappeto dinanzi allo stand espositivo del reparto ortofrutta e la rovina al suolo della Forte risultano dimostrati.

Tuttavia, nella fattispecie, va ravvisato anche un concorso di colpa dell’attrice idonea a ridurre la responsabilità risarcitoria della società convenuta, poiché l’increspatura e/o arricciatura del tappeto era certamente visibile e non del tutto imprevedibile fra i banchi di un supermercato, di modo che un comportamento più attento della vittima avrebbe potuto limitarne le conseguenze pregiudizievoli.

Il Tribunale definitivamente pronunciando, ha parzialmente accolto la domanda, accertando e dichiarando la corresponsabilità di parte attrice nella misura del 50% nella causazione dell’evento dannoso. Ha poi condannato la società Alimentari a corrispondere alla vittima oltre 4500 euro e metà delle spese di giudizio.

 

 

 

 

La sentenza in esame può essere richiesta per mezzo di Lexgenda alla voce ‘Richiedi una sentenza’

Articolo Precedente

Cani in spiaggia, Tar: “I Comuni non possono vietarlo”

Articolo Successivo

Dal giudice per dichiarare nullo il testamento olografo del fratello, domanda rigettata