Il commentoNewsSenza categoria

Usura: lite temeraria se si sostiene la sommatoria tra il tasso di interesse corrispettivo e quello di mora

In tema di controversie per usura nei confronti di istituti Bancari si conferma  la sussistenza della lite temeraria e conseguente condanna al risarcimento del danno prevale pertanto l’orientamento di merito che in tema ha statuito che “la sommatoria tra il valore del tasso di interesse corrispettivo e quello del tasso di mora al fine di affermare il superamento del tasso soglia è una operazione inspiegabile e errata sotto il profilo logico e matematico ed integra un errore inescusabile caratterizzato da colpa grave, che deve essere sanzionato con la condanna da responsabilità processuale aggravata ex art.96 c.p.c. in quanto teso a creare un filone di cause seriali del tutto inutili e infondate”.

La quantificazione del danno infine va rapportata alla metà delle spese legali.

Tribunale di Roma n. 1270/2018 pubblicata il 17/01/2018

Richiedi la sentenza

Articolo Precedente

OPPOSIZIONE INFONDATA E STRUMENTALE: E' LITE TEMERARIA

Articolo Successivo

Transazione in corso di causa: cessazione della materia del contendere e caducazione del decreto ingiuntivo opposto.